martedì 7 maggio 2013

Gli incontri post ritorno.



In questi giorni ho rivisto tutti, i miei parenti, le mie amiche e vari conoscenti. La gente mi guarda sorpresa ed è incredula della mia presenza in paese. 
I primi in assoluto ad accogliermi sono stati i miei genitori, che all’aeroporto mi attendevano visibilmente emozionati. È stato bello riabbracciarli dopo questi mesi di distanza non sempre facile. Mio fratello mi ha aperto la porta di casa sua con un “finalmente sei tornata, non ne potevamo più”. Mia zia, invece, sopra il mobile della sala aveva ancora il mio regalo di Pasqua, perché “anche se non c’eri, te l’ho preparato lo stesso”. E poi Lui che oltre ad avermi accolta a braccia aperte, ha sopportato e sopporta quotidianamente i miei alti e bassi e mi sostiene, dandomi forza, prendendo anche dei giorni di ferie per stare con me.
Venerdì sera avevamo organizzato un aperitivo con un gruppo di amici. Ne avevo voglia eh di quel panorama e ancora di più di un Mojito al tramonto a strapiombo sul mare. Appena arrivati, mi sono vista correre incontro F. Era splendente, l’avevo lasciata con un pancino che si intravedeva appena e l’ho ritrovata con un pancione che ha sorpassato ormai l’ottavo mese. Poi ho rivisto il bimbo della mia amica G. che è cresciuto tantissimo e ha imparato un sacco di paroline ed ormai sta diventando un ometto. La serata è proseguita con una pizzata tutti insieme, all’insegna dei miei racconti di Londra e dei loro aggiornamenti del posto. Sabato sera altro giro, altra corsa. Eravamo in tanti, rivederci tutti insieme è stato fantastico e una bella mangiata in un agriturismo del posto mi ha ricordato i deliziosi sapori tipici della mia terra. 
Oggi pomeriggio, invece, l’ho passato con la mia migliore amica. Un giretto insieme, un gelato e poi di corsa a casa sua a sistemare, perché da ieri è andata a convivere ma i lavori non sono terminati e quindi deve ancora organizzare la casa. Tra una faccenda e l’altra, tra panni stirati da sistemare e un pavimento da sgrumare, abbiamo chiacchierato senza fermarci un attimo, come non facevamo ormai da mesi. È stato bello ritornare “noi” dopo tutto questo tempo di distanza, dopo questi mesi in cui le nostre vite si sono allontanate avendo però la certezza che al ritorno, per entrambe, sarebbe stato come se ci fossimo salutate il giorno prima. Tuttavia, per me è stato sorprendente trovare comprensione. Lei, che non avrebbe fatto la mia esperienza nemmeno sotto tortura, lei che ama vivere in questo tranquillo paesino e non si sposterebbe mai, lei che si è rifiutata di lavorare nel paese accanto al nostro ed ha aperto il suo negozio qui perché “questa è la mia dimensione”, lei che ama il sabato sera d’inverno davanti al camino, lei che si impressiona quando vado a Roma da Lui e che quando le dissi che sarei partita per Londra ci è mancato poco che si sentisse male, lei che è così diversa da me, oggi ha compreso il mio vuoto, immergendosi nella mia situazione e nella mia vita. Ma non saremmo noi se non fossimo così diverse e allo stesso tempo comprensive delle rispettive vite. Lei così premurosa e casalinga ed io più avventurosa e coraggiosa, di fronte alle nostre chiacchiere ci perdiamo, come sempre succede da quando da piccole firmavamo il contratto di amicizia. E i nostri progetti di vita sono così diversi e distanti che non potrebbero mai incontrarsi, se non fosse che nelle nostre vite un posto è riservato all’altra.

20 commenti:

  1. La migliore amica non dev'essere per forza simile a noi, non necessariamente condivide le nostre idee. Anzi il più delle volte è completamente l'opposto. E' la tua migliore amica perchè pur essendo diversa da te le piace come sei, condivide le tue esperienze e i tuoi pensieri, le manchi quando non ci sei, insieme a te ride come non fa con altri. E' la complicità che vi unisce. Brava! Goditi ogni pezzettino del tuo rientro. Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo così unite proprio perchè complementari. La sua visione delle cose e della vita, proprio perchè diversa dalla mia, mi aiuta ad essere più critica, a guardare da una prospettiva diversa ciò che per me è la "normalità".

      Elimina
  2. Bentornata cara Princi, leggerti e bello qui come a Londra. Ora prenditi il tuo tempo, ti servirà per tirare le fila di questa esperienza ed anche rivivendo nei ricordi e nei racconti la tua esperienza li, potrai dire di non essere ancora tornata del tutto. Ti abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mamma Piky! I ricordi di quella esperienza alimentano continuamente le mie giornate ed anche quando la mente si distrae in altri pensieri, c'è lo stato d'animo a riportarmi in quella realtà. Mi manca.

      Elimina
  3. Cara Princi, è bello riabbracciare parenti amici, ma se ho imparato a conoscerti un po' dai tuoi post, sono sicura che presto ripartirai per nuove avventure e noi saremo un po' con te;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso cerco di godermi questi momenti a casa, tra una smania e l'altra. Poi si spero in qualche nuova avventura:)

      Elimina
  4. Le amiche d'infanzia, se hai la fortuna di non perderle per strada, sono fantastiche...nonostante la vita ci porti a intraprendere percorsi diversi c'è sempre la gioia sincera di rividersi e quella voglia di confidearsi, perchè l'altra lo sai ti conosce e ti capisce meglio di chiunque altro! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molte amiche d'infanzia le ho perse per strada, quelle rimaste le conto sulle dita di una mano, anzi avanzano. Però sono fantastiche, sono quelle amicizie che non necessitano di essere coltivate con tempi regolari perchè sono talmente solide che stanno in piedi da sole.

      Elimina
  5. Da quello che scrivi, il vostro legame è speciale e ti dirò che anche per la mia esperienza spesso i legami più forti sono con persone diverse da me per stili di vita...perchè l'importante è "sentirsi a pelle" e così deve essere tra voi...bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene... ci sentiamo a pelle;)

      Elimina
  6. Buon rientro cara :):)è bello vedere come certe amicizie, le VERE amicizie restano per sempre!

    RispondiElimina
  7. Bellissimo come hai chiuso questo post! :-)

    RispondiElimina
  8. Che bello questo post "di ritorno". Bello come parli delle tue amiche, dei tuoi parenti.. e di LUI.
    Un abbraccio e buon rientro!

    pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
  9. Ho inserito il tuo blog tra quelli amici...spero mi verrai a trovare sul mio www.thedreamyteacher.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie;) passerò sicuramente a conoscerti! A presto

      Elimina
  10. Che fortuna ad avere tutte queste amicizie, soprattutto durature!Io essendomi trasferita con i miei purtroppo ho perso tutte le amicizie dell'infanzia. Però oggigiorno è proprio azzeccatissima il proverbio" chi trova un amico tra un tesoro"!

    RispondiElimina