martedì 15 ottobre 2013

Una mamma speciale.


Di fronte ad un caffè nella pausa pranzo, con una mia collega ci siamo un po’ raccontate. Da mamma, mi ha parlato con gli occhi brillanti della sua piccolina. Mi ha raccontato che per arrivare a lei sono serviti anni di falliti tentativi e di speranze soffocate puntualmente da un test di gravidanza mai positivo. Alla fine, attraverso altre “vie”, quella bambina tanto desiderata è arrivata, piccolissima e abbandonata da una famiglia che per lei non ha trovato posto. Mi ha detto che un giorno, dopo una lunga attesa, le comunicarono che era arrivato il suo turno ma che la bambina “disponibile” aveva una paralisi che le avrebbe impedito di muovere alcuni arti. “Che volete fare?” venne chiesto a lei e al marito. Quella bambina è diventata la loro figlia.
Non ho avuto forza né parole di fronte all’istinto, all’umanità e al coraggio di questa mamma. Mi sono sentita immobile, senza il potere di dire nulla, come se avessi perso il controllo di una conversazione che non riuscivo più a gestire. Mi è arrivata dentro la solarità e l’orgoglio di questa mamma, lasciandomi persa in un mare di riflessioni.
Tornata alla mia postazione non riuscivo a connettere, lo sguardo passava attraverso lo schermo del computer davanti a me e la mente non si scrollava da quelle parole. Ho provato una forte emozione nel conoscere questa storia, nel pensare che il futuro di questa bambina sarà tra le braccia di due genitori che la amano alla follia e nel capire che l’amore, davvero, non ha confini. 


17 commenti:

  1. un cuore ed un coraggio enormi!

    RispondiElimina
  2. cuore e coraggio enorme veramente!!! Io personalmente non sò se sarei in grado di prendere una scelta così difficile! ma stimo tantissimo chi ce l'ha!!!! che bella la vita!

    RispondiElimina
  3. Spero di provare un giorno un amore così..
    Bei genitori, dovrebbero essere tutti così :)

    RispondiElimina
  4. Una storia davvero bellissima, che coraggio...grazie per averla condivisa con noi! :-)

    RispondiElimina
  5. Si sentono tante storie tristi ma fortunatamente è bello vedere che per alcuni esiste ancora il lieto fine, tanti abbracci belli

    RispondiElimina
  6. Questa è proprio la forza dell'amore che va oltre alle cose che si vedono con gli occhi.
    Bellissimo insegnamento per tutti.

    RispondiElimina
  7. brividi brividi , a leggere tutto questo. Penso che alcune donne provino cosi forte il senso materno che vanno oltre a tante cose.. questa bambina non accetta dai genitori stessi ma adottata "da estranei" che per lei dimenticano i suoi problemi. questo è amore incondizionato.

    RispondiElimina
  8. Che storia, non so quanti avrebbero detto Si come loro...

    RispondiElimina
  9. a proposito grazie del premio, non credo di seguire esattamente le regole, ma presto vedrai cosa ne farò! ;)

    RispondiElimina
  10. È una bellissima lezione, io non ce l'avrei fatta.

    RispondiElimina
  11. Una storia dolcissima, piena di amore, forza e coraggio. Tanta ammirazione... Un bacio!

    RispondiElimina
  12. Dopo anni in cui leggo di ragazze che soffrono di disturbi alimentari anche a causa di un rapporto con i genitori che non sanno dare loro l'affetto dovuto, e parliamo di genitori naturali, questo racconto è un balsamo per l'anima...pur nell'eccezione che rappresenta.
    Un bacio!

    RispondiElimina
  13. Grazie Princi...è poi dicono che il mondo va male! Vogliono farcelo credere ma fino a che ci saranno persone così stupende il bene anche se non fa rumore prevarrà sempre! Brava Princi è importante raccontare queste storie vere di profonda umanità!
    Un abbraccio
    Dany

    RispondiElimina
  14. questo post trasmette un amore che neanche tante mamme naturali sanno provare, la tua collega è una persona speciale.

    RispondiElimina